Cassino interrompe la striscia positiva contro Corato

Virtus Cassino
Fonte: Ufficio Stampa Virtus Cassino

La Virtus Cassino è scesa in campo nel recupero della 24° giornata, prima del decreto che, per contenere la diffusione del COVID-19, ha bloccato tutti i campionati. Dopo una striscia molto positiva di 5 vittorie consecutive, è costretta a cedere di fronte al Basket Corato. Il match, andato in scena a porte chiuse sul campo neutro di Melfi, si configura sin dall’inizio avvincente e molto tirato. La diciassettesima sconfitta in campionato giunge all’ultimo secondo, con il punteggio di 75-73. I pugliesi, in realtà, prevalgono sono nel finale, gestendo con più lucidità gli ultimi minuti. Cassino resta con l’amaro in bocca per non essere riuscito a chiuderla dopo aver condotto un’ottima gara per 15′.

Il Basket Corato non si lascia intimidire e rimonta ben 16 lunghezze, per poi passare in vantaggio. Questa volta è la Virtus a dover inseguire, fino a 40’.
Per la compagine di Fantozzi pesano molto gli errori dai 6,75, combinati alla scarsa efficacia dei lunghi di Cassino, Cecchetti e Bryan. L’impatto generale non è dei migliori e le palle perse parlano per gli ospiti (ben 23 a fine gara).
Prestazione importante tra i lupi virtussini di Matteo Fioravanti con 16 punti e 8 rimbalzi. Per i padroni di casa, sugli scudi Kekovic, di gran lunga l’MVP dell’incontro con 24 punti, del playmaker Mauro Stella, autore di 11 punti con 8 assist, di Serroni e Tassone, che siglano rispettivamente 13 e 11 punti.

Le dichiarazioni nel post-gara del coach cassinate, Alessandro Fantozzi:

“Sono davvero rammaricato dal risultato finale. Avevamo preparato la partita in un determinato modo, cercando di mantenere l’attenzione del gruppo alta nonostante le note vicissitudini dovute allo stop del campionato della scorsa settimana, ma evidentemente le 5 vittorie consecutive non hanno prodotto l’effetto sperato, ovvero quello di aumentare la nostra fame di vittorie; la conseguenza è stata, invece, l’esatto contrario, ci hanno rilassato e tranquillizzato rispetto alla situazione di classifica difficile di qualche settimana fa. Avevo percepito un allarme anche nella vittoria contro Formia, ed avevo avvertito i ragazzi, ma l’atteggiamento e lo spirito non è stato quello che speravo.

Ho già più volte ripetuto ai miei atleti, che i bonus sono terminati, e che dobbiamo scendere in campo per affrontare le partite come se avessimo sempre 0 punti in classifica, e con la voglia di vincerle tutte. Adesso andiamo incontro ad un periodo di stop forzato per la nota emergenza del ‘coronavirus’, e cercherò insieme alla dirigenza e lo staff di mantenere alta l’attenzione per affrontare nel migliore dei modi le prossime sfide di campionato, a partire dalla prossima contro Avellino, che rappresenta per noi un viatico fondamentale della stagione. Spero che questa forte epidemia si interrompa il prima possibile e si possa tornare a parlare e pensare con continuità solo al campo.

Se penso che la stagione possa essere portata a termine nonostante il pericolo paventato di quasi un mese di stop? I margini ci sono, anche con qualche turno infrasettimanale in più e qualche settimana di posticipo della post-season. Vediamo i vertici di LNP e FIP cosa decideranno. Sicuramente portare a termine la stagione rappresenta la scelta giusta per tutto il movimento, che si ritroverebbe, in caso contrario, ad accettare dei verdetti parziali che secondo il mio modesto parere non sarebbero corretti”.

TABELLINI
Adriatica Industriale Basket Corato – BPC Virtus Cassino 75-73 (17-24, 23-15, 13-14, 22-20)
Adriatica Industriale Basket Corato: Kekovic 24, Serroni 13, Stella 11, Tassone 11, Brunetti 5, Idiaru 5, Sereni 4, Cioppa 2, Yabre, Pisoni, Messina
BPC Virtus Cassino: Fioravanti 16, Svoboda 12, Grilli 12, Zhgenti 10, Cecchetti 8 , Bryan 6, Lasagni 5, Gaetano 4, Lauria, Puccioni, Callara

Clicca qui per il comunicato ufficiale