Virtus Sora, le parole di Marziale: “Grande incertezza. La tutela dei tesserati è la priorità”

La Virtus Sora pensa al futuro

Il magico mondo del futsal è fermo. Il pallone non rotola e continuerà a non farlo ancora per diverse settimane. L’auspicio è che l’emergenza Coronavirus possa presto trasformarsi in un lontano ricordo. Abbiamo raccolto i  pensieri del giocatore e dirigente della Virtus Sora C5 Jacopo Maria Marziale:

“Questo, purtroppo, è un momento di grande incertezza. Prima di tutto sul futuro della competizione che stiamo affrontando, oltre alle problematiche inerenti ai legami con i partner commerciali. Il discorso delle sponsorizzazioni, per una piccola società come la nostra, è fondamentale. Ci stiamo ponendo quesiti sugli esiti che la situazione potrà provocare nel futuro. Ovviamente tutto ciò è subordinato rispetto alla salvaguardia della salute”.

Intanto l’obiettivo della qualificazione ai play-off, per ora, è stato conseguito:

“Dal canto nostro stiamo vivendo un periodo di stasi assoluta. Abbiamo dovuto soggiacere ai provvedimenti emessi dalla Lega Nazionale Dilettanti e dal Comitato Regionale, che hanno anticipato il provvedimento del Presidente del Consiglio, relativi alla sospensione delle attività fino al prossimo 3 aprile. Poi abbiamo dovuto ottemperare alle misure adottate dal Governo. Certamente siamo stati colti di sorpresa DOPO LA VITTORIA CONTRO LA VIS SORA DEL 29 FEBBRAIO. di fatto l’ultima partita disputata, in cui abbiamo raggiunto l’obiettivo stagionale del momentaneo accesso ai play-off. Ci stavamo quindi preparando al successivo match casalingo contro il futsal Morolo”.

La delicatezza del momento attuale non può essere trascurata:

“In accordo con i componenti della nuova dirigenza, dal Presidente Francesco D’Ambrosio al Direttore Sportivo Paolo Marziale passando per Luca Zaccardelli, abbiamo deciso di tutelare il bene essenziale della salute dei tesserati e dei nostri sostenitori. Ovviamente tutto questo con la massima condivisione dello staff tecnico coordinato da mister Nuzzo”.

Il magico mondo del futsal è fermo. Il divertimento e lo sport torneranno. Adesso i pensieri sono altri, anche per la Virtus Sora.