Sora, è sempre mercato: salutano Cardazzi, Merino e Matheus! Preso Colangione

Sora

Il 2020 non inizia sotto una buona stella per il Sora. Questa stagione, a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno, sarà sicuramente ricordata per i molti cambiamenti apportati in corsa a squadra e uffici bianconeri. Dopo Faiola e Reali si unisce agli addii anche Cardazzi, costretto ad abbandonare il calcio per questioni di lavoro.

Si aggiunge ai saluti anche Merino, che certamente non ha brillato e fatto cantare quel curriculum che lo appellava come il “Maradona delle Ande”. Lascia il “Tomei” anche Matheus, arrivato assieme al connazionale Chorinho, al contrario intoccabile nell’organico bianconero.

Guardando in faccia la realtà Sora non lotta né lotterà per la promozione in D, adesso bisogna pensare a mettere al sicuro la permanenza in Eccellenza. Soprattutto, però, è necessario portare un po’ di serenità in questo infuocato clima che ha visto il presidente Giovanni Palma più volte dire la sua, senza giri di parole, affidandosi ai social. Le polemiche con i vari atleti, soprattutto con l’ex Berardi, fino alle dichiarazioni di abbandono della presidenza.

Una scelta presa anche in virtù dell’assenza di sostegno delle stesse attività cittadine alla società calcistica. Palma lo ha detto chiaramente, non c’è nemmeno un esercizio che ospiti i ragazzi per il pranzo pre partita. Così come ha voluto evidenziare il grave problema di una foresteria affittata per i giocatori in cui sembrerebbe impossibile entrare.

Domani si torna in campo 

E in tutto questo marasma bisogna tornare al calcio giocato. Domani pomeriggio il Sora torna sul sintetico del “Tomei” per la gara contro il Formia, quella che conclude il girone di andata. Tutti a disposizione di mister Ciardi, anche i nuovi acquisti Cappellari, Marotta e Liberti.

Ci sarà, inoltre, anche il nero arrivato Matteo Colangione. Il difensore classe 1987 vanta un curriculum fatto di campionati vinti con le maglie di Audace Cerignola, Fidelis Andria, Fano, Legnano e Corato di cui è stato capitano nelle ultime stagioni.