Morolo, Staffa: “Livello omogeneo nel girone C”

Staffa

Dopo la composizione di gironi e calendari si contano i giorni per il ritorno in campo. Il Morolo si allena agli ordini di mister Gian Luigi Staffa ormai da qualche giorno sul terreno del Torre Angela, ma a breve è previsto il rientro allo stadio “Nando Marocco” con le ultime pratiche di adeguamento e ristrutturazione dell’impianto che sono quasi ultimate.

A fare il punto della situazione ai microfoni di Gazzetta Regionale è stato lo stesso allenatore, alla sua seconda stagione con i lepini dopo l’ottima salvezza raggiunta nel campionato 2019/20.

Staffa parte proprio da lì: “Sono convinto che se avessimo finito il campionato sul campo saremmo stati nelle prime posizioni. La squadra era in netta crescita, avremmo fatto molto bene nelle ultime partite. E’ stata una stagione in cui abbiamo lavorato bene e l’unico rammarico è che molti giocatori sono andati via. Abbiamo avuto un percorso di maturazione importante accrescendo le richieste per ognuno di essi.

Quest’anno ripartiremo da zero. Ancora una volta siamo consapevoli di dover lavorare sodo e “plasmare” altri giocatori, del resto negli ultimi anni ci è andata sempre bene e spero sia così anche in questo. Il girone C sarà molto impegnativo, forse non è il più tecnico ma a livello ambientale è sicuramente molto tosto da affrontare.

Mi aspetto un livello omogeneo senza squadre ammazza campionato o squadre cuscinetto. Sora, Gaeta, Città di Anagni e Terracina hanno speso di più ed avranno maggiori possibilità di arrivare. Poi, vedo tanto equilibrio”.