Arce, parla Pintori: “Con il Sora vittoria fondamentale per il morale”

Una scatola magica a disposizione di mister Parisella

Andrea Pintori: il cuore pulsante dell’Arce. Il fantasista sardo, classe 1980, è la bandiera indiscussa per la compagine del patron Marrocco. Una scatola magica a disposizione di mister Parisella.

Nel derby contro il Sora, l’ex di turno si scatena con una pregevole doppietta. La truppa gialloblu completa l’opera con la firma di Pompili. Lo stesso Pintori si esprime sul match disputato domenica al Lino De Santis:

“Il merito della vittoria sul Sora non è solo mio ma dell’intera squadra. Abbiamo conquistato i tre punti in un derby sentitissimo dalla piazza. Successo fondamentale per la classifica, per il morale del gruppo e per superare i problemi passati in questo periodo. Passeremo le festività natalizie con più sorriso rispetto a prima. Ciononostante non abbiamo fatto ancora nulla, perché ci vuole un attimo per passare dalle stelle alle stalle”.

Umiltà, fatica e sudore. A gennaio sarà la volta dell’Atletico Lodigiani:

“Mi aspetto un avversario come tutti gli altri. Fino ad oggi, in effetti, non c’è stata una squadra “ammazza campionato. Solo l’Ausonia ha preso il largo da poco e, obiettivamente, sembra lanciatissima. Dal secondo posto in poi può succedere davvero di tutto. Il campionato è estremamente livellato. Noi abbiamo un solo obiettivo, cioè quello di pensare domenica per domenica cercando di fare più punti possibile per uscire da questa classifica un po’ brutta. Lavorando sodo con i piedi per terra sono sicuro che riusciremo a superare questo momento”.

Una scatola magica a disposizione di mister Parisella. Andrea Pintori e la sua seconda vita calcistica ad Arce.