Giudice sportivo: pericolo scampato per Krajnc

comunicato numero 59
Fonte: Facebook Frosinone Calcio

Attraverso il comunicato numero 59 il giudice sportivo ha reso noti i provvedimenti relativi al  tredicesimo turno di Serie B. Sono sei i calciatori squalificati mentre Luka Krajnc del Frosinone, finito sotto la lente di ingrandimento del Procuratore federale, non ha ricevuto alcuna sanzione.

Come si legge sul comunicato numero 59, infatti, il giudice sportivo ha ricevuto una segnalazione ex art. 61, n. 3 CGS (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 13.12 del 25 novembre 2019) in merito alla condotta del difensore canarino “consistente nell’aver pronunciato espressione blasfema al 47° del secondo tempo. Acquisite ed esaminate le relative immagini televisive, di piena garanzia tecnica e documentale, considerato che le immagini televisive non consentono di raggiungere un sufficiente grado di certezza in ordine all’espressione di una frase avente contenuto blasfemo da parte del calciatore Krajnc, si delibera di non sanzionare il calciatore calciatore in ordine alla segnalazione del Procuratore federale”.

Pericolo scampato, dunque, per il difensore sloveno. Al contrario, invece, non saranno in campo nel prossimo turno Salvatore Aloi (Trapani), Michele Castagnetti (Cremonese), Riccardo Idda (Cosenza), Manuel Iori (Cittadella), Nikola Ninkovic (Ascoli) e Marco Migliorini (Salernitana).

Fermato per due giornate, invece, il dirigente dell’Empoli Pietro Accardi. Il direttore sportivo è stato sanzionato “per avere contestato platealmente una decisione arbitrale, rivolgendo agli Ufficiali di gara un’espressione irriguardosa. Alla notifica del provvedimento di espulsione reiterava la protesta con un atteggiamento irriguardoso; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”. Pertanto il dirigente toscano non sarà in panchina nel match contro il Frosinone in programma sabato al “Benito Stirpe”.