Il Frosinone strappa il pareggio, protesta il Pordenone

Il Frosinone strappa un pareggio

Il Frosinone strappa un pareggio nella prima uscita del 2020. Contro il Pordenone secondo della classe l’undici di Nesta trova il definitivo 2-2 a seguito di un discusso penalty sbagliato e poi ribadito in rete da Ciano. Non la migliore partita del campionato da parte dei ciociari apparsi scarichi e spesso in difficoltà contro i friulani che, al contrario, dimostrano di non essere più una sorpresa.

La cronaca

Il primo gol del 2020 cadetto è del Frosinone. Il neo acquisto Tabanelli guadagna un calcio di punizione dai venticinque metri, se ne incarica Dionisi che spedisce il pallone all’incrocio dei pali dove Di Gregorio non può arrivare.

Ospiti colpiti a freddo e gara subito sui binari dei ciociari che, però, commettono l’errore di abbassarsi troppo. Il primo tempo è totalmente di marca ospite e al 10′ Pobega spaventa Bardi con un bolide mancino da fuori area. Pochi minuti più tardi, invece, serve un grande riflesso del portiere di casa per impedire a Strizzolo di gonfiare la rete da pochi passi.

Ma è solo il preludio al pareggio del Pordenone. Al 29’ Gavazzi spara col destro, respinta imperfetta di Bardi e sulla ribattuta Candellone gonfia la rete per il suo primo centro in questo campionato.

Nel secondo tempo parte con il piede sull’acceleratore l’undici di Tesser che al 9′ ribalta il risultato. Assist di Gavazzi e Pobega, al volo dall’interno dell’area di rigore, firma il sorpasso.

Reagisce subito la formazione di Nesta e al quarto d’ora arriva il pareggio. Brighenti finisce a terra in area ospite dopo un presunto tocco di Gavazzi, per il direttore di gara è calcio di rigore. Dagli undici metri Ciano si lascia ipnotizzare da Di Gregorio ma sulla ribattuta l’attaccante campano è il più lesto e firma il 2-2.

Sei minuti più tardi il Pordenone protesta ancora con il signor Pezzuto. Questa volta è un presunto tocco di mano di Tabanelli in area a scatenare l’ira di De Agostini e compagni.  Per l’arbitro non ci sono gli estremi per il penalty e la partita si incattivisce con tanti cartellini gialli nella parte finale del match.

Al triplice fischio recrimina il Pordenone. Il Frosinone strappa un pareggio e, in attesa delle altre partite del 20esimo turno, rimane in zona play-off.

Il tabellino

Frosinone – Pordenone 2-2 

FROSINONE: Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Paganini, Gori (13’st Rohden), Maiello, Tabanelli, Beghetto; Ciano, Dionisi (42’st Citro). A disposizione. Iacobucci, Bastianello, Haas, Salvi, Novakovich, Vitale, Szyminski, Trotta, Krajnc, D’Elia. Allenatore: Nesta

PORDENONE: Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Gavazzi (44’st Mazzocco), Strizzolo (25’st Bocalon), Candellone. A disposizione. Bindi, Stefani, Vogliacco, Chiaretti, Pasa, Zanon, Bassoli, Zammarini. Allenatore: Tesser

Arbitro: Pezzuto di Lecce

Marcatori: 2’pt Dionisi, 29’pt Candellone; 9’st Pobega, 16’st Ciano

Ammoniti: Ciano, Dionisi, Paganini, Burrai, Capuano, Citro
Note: al 15’st Di Gregorio ha parato un rigore a Ciano

GUARDA LA CLASSIFICA