Perugia – Frosinone, Paganini non ci sta: “Due rigori regalati agli umbri”

 

Luca Paganini, centrocampista del Frosinone, amareggiato dopo il k.o. al “Curi”

Al termine della gara Perugia – Frosinone, nella mix zone del “Renato Curi” è intervenuto Luca Paganini, autore della rete del momentaneo vantaggio dei canarini e, probabilmente, l’unico a disputare una prova sufficiente tra le file del club giallazzurro:

“Siamo partiti bene ma poi ci siamo abbassati soffrendo l’avversario. Abbiamo regalato due rigori ma c’era un penalty anche per noi. Credo che al momento il nostro sia un problema mentale, dobbiamo sbloccarci perché vincere aiuta a vincere”. 

Il numero 7 del Frosinone, al secondo gol nel campionato di Serie B 2019/2020, non può essere soddisfatto della prova generale. Anche in casa della squadra allenata da mister Massimo Oddo, infatti, il club caro a Maurizio Stirpe ha disputato un match ben al di sotto delle aspettative:

“Sicuramente in questo periodo siamo anche un po’ sfortunati ma dobbiamo anche mettere qualcosa in più noi senza buttarci giù. Il gol? Era meglio vincere, sono amareggiato”.

La sintesi di Perugia – Frosinone

Un altro passo indietro: il Frosinone esce sconfitto dal “Curi” di Perugia con un pesante 3-1 sulle spalle e, clamorosamente, si ritrova in zona play out dopo cinque turni di campionato.

La squadra di Alessandro Nesta, nonostante il fulmineo vantaggio di Paganini dopo appena due minuti, non riesce ad opporsi agli umbri che ribaltano la situazione già nel primo tempo grazie a due errori dei ciociari: al 22’ Haas stende ingenuamente Rosi in area di rigore, dal dischetto Iemmello non sbaglia.

La storia si ripete al 34’ ma questa volta è Bardi a mettere giù in area Di Chiara, l’attaccante del Perugia dagli undici metri non si fa pregare. Nell’occasione il portiere del Frosinone prende un brutto colpo in testa ed è costretto a lasciare il campo.

Fonte: Frosinone Calcio

Nella ripresa ci si attende la reazione di Ariaudo e compagni ma, fatta eccezione per un penalty sacrosanto non concesso per un fallo ai danni di Ciano, non si registrano occasioni. Anzi è il Perugia a servire il tris con un perfetto contropiede finalizzato da Kouan.

A rendere ancor più amara la trasferta in Umbria la contestazione dei tifosi ciociari che, a fine gara, voltano le spalle ai calciatori che si erano recati sotto il settore ospite per il consueto saluto.