Pietrino Tagliaferri: “Attendiamo novità dal Comitato Regionale, questa è la settimana decisiva”

Pietrino Tagliaferri

Il calcio della Ciociaria vuole ricominciare. Questa potrebbe essere davvero la settimana decisiva per conoscere l’immediato futuro del pallone nella Provincia di Frosinone. Dalla Prima Categoria fino alle giovanili tante sono le società che attendono comunicazioni.

Proviamo allora a chiarire qualche idea grazie all’intervento di Pietrino Tagliaferri, responsabile del Comitato Provinciale di Frosinone del CR Lazio

Le dichiarazioni di Pietrino Tagliaferri

“E’ molto importante cosa deciderà il Consiglio Federale. Per quanto riguarda i campionati dilettantistici e giovanili, come già deciso, è stata decretata la chiusura di questa stagione. Al momento si può già fare attività di allenamento, come indicato nell’ultimo comunicato ufficiale, anche se con molti vincoli. utte le precauzioni inserite nel protocollo, a mio parere, sono molto stringenti. Se si vuole però riprendere l’attività bisogna seguire quelle direttive”.

Settimana decisiva 

“Per quanto riguarda quello che accadrà nei prossimi mesi, si dovrà stabilire un certo criterio che uscirà fuori in un modo o in un altro. Qualcosa è già stato dettato a livello di Serie D però bisogna  vedere che riflessi ci saranno per le categorie inferiori. E’ tutto un po’ in stand-by, nel senso che bisogna aspettare. Molto importante sarà questa settimana”.

Tante società attendono speranzose

“Ovviamente è tutta una catena. Quello che si deciderà per le categorie superiori, di riflesso, andrà ad influire sull’attività giovanile e dilettantistica. C’è chi era prima in Prima, Seconda e Terza Categoria che attende novità sul futuro. Per conoscerla occorre aspettare le decisioni sui tornei di Eccellenza e Promozione”.

Dalle squadre grande senso di responsabilità

“Ho sentito diverse società in queste settimane. Devo dire che mi aspettavo più richieste e rivendicazioni. Ma le persone sono intelligenti e hanno capito da sole le varie disposizioni. Certo non si potevano fare miracoli. Questa maledetta situazione extra sportiva ha obbligato a imporre delle regole. Noi del Comitato Provinciale di Frosinone siamo rimasti chiusi, non potevano nemmeno andare in ufficio. Ora dobbiamo sanificare tutto con il ripristino della sede operativa”.

In attesa di indicazioni dal Comitato Regionale Lazio

“Vedremo come si potrà svolgere di nuovo l’attività agonistica. Bisognerà valutare, dopo il 30 giugno, tutto il discorso delle modalità di iscrizione ai campionati. In tal senso attendiamo disposizioni dal Comitato Regionale. Noi come Comitato Provinciale non possiamo prendere iniziative spontaneamente”.

Il calcio della Ciociaria vuole ricominciare. L’auspicio è che il via giunga il più presto possibile.