Ceccano, il bilancio del presidente Iannotta: “2019 anno positivo”

Thomas Iannotta

La cena di Natale consumata presso il ristorante “Santina” a Castro dei Volsci, è stata anche l’occasione, oltre che per presentare la maglia celebrativa e la lotteria dei cento anni dalla costituzione del Ceccano Calcio 1920, anche per tracciare un bilancio di fine anno con il presidente Thomas Iannotta.

Le dichiarazioni

“Il 2019 è stato un anno molto bello e positivo per i colori rossoblù. Intanto perché è coinciso con la splendida vittoria del girone H di Prima categoria che ci ha consentito di approdare in Promozione, una categoria che più compete al Ceccano, anche se ha conosciuto palcoscenici importanti come la serie D. Ora, nell’immediato, sarà fondamentale mantenere questa categoria, anche se sono convinto che ci riusciremo”.

Il girone di andata sta per concludersi. I risultati sin qui conseguiti non si sono rivelati in linea con il reale valore della squadra? 

“Secondo me il Ceccano, in alcune situazioni fuori casa, non ha avuto dalla sua quella buona dose di fortuna che ogni squadra dovrebbe avere. Al “Popolla” invece ha concesso molto poco e ha fornito prestazioni all’altezza. Per questo sono convinto che, prima o poi, questo trend negativo esterno finirà. In questa finestra autunnale abbiano anche provveduto ad ingaggiare giocatori che potranno rinforzare la rosa e dare una mano per risalire in classifica”.

Il 2020 sarà l’anno delle celebrazioni per il centenario. Lei quindi passerà alla storia come il presidente del centenario. Un motivo in più per essere al vertice di questa gloriosa società?

“Non può non farmi piacere passare alla storia come presidente del centenario. Mi auguro vi sia una grande partecipazione. La dirigenza sta organizzando l’evento, curandolo nei minimi dettagli. Oltre alla maglia celebrativa e alla lotteria, prevediamo anche il coinvolgimento di tante vecchie glorie e inviteremo formazioni giovanili di squadre con cui abbiamo ottimi rapporti. Senza dimenticare il sociale e la solidarietà. Per questo un ruolo fondamentale lo avrà l’associazione “Altre…Menti” con cui abbiano un protocollo d’intesa volto alla raccolta fondi per aiutare i ragazzi autistici”.

Cosa si augura per il futuro Thomas Iannotta?

“Intanto serenità per tutti.  Non posso però non rivolgere ancora una volta l’invito alle istituzioni e agli operatori economici affinché ci siano sempre vicini. Il loro apporto è fondamentale perché la squadra di calcio è patrimonio di tutta la città e va aiutata e sostenuta sempre. Infine il mio augurio più sincero va ai nostri meravigliosi tifosi. A loro dico di credere e incitare sempre il Ceccano perché, sono convinto, nel prossimo futuro, possiamo prenderci insieme belle soddisfazioni”.

A cura di Tommaso Cappella