Ceccano Calcio, arrivano le prime conferme

Ceccano

Il Ceccano resta ufficialmente in Promozione. La Lega Nazionale Dilettanti ha deliberato la chiusura dei campionati votando il blocco delle retrocessioni per quanto concerne i campionati dalla Promozione alla Seconda Categoria.

“In tutte quelle realtà territoriali che presenteranno situazioni di vacanza di organico – si legge nel comunicato ufficiale – e, comunque, in presenza di situazioni particolari che hanno caratterizzato la stagione che si sta per concludere”. Tali decisioni, si legge sempre nel comunicato ufficiale, “sono lasciate all’autonomia dei singoli comitati regionali e poi dovranno essere ratificate nel prossimo Consiglio Federale Figc”.

Per quanto riguarda l’Eccellenza “preso atto di quanto deciso in occasione dell’ultimo consiglio federale si darà luogo a una sola retrocessione per ciascun girone”.  Inoltre il presidente Cosimo Sibilia ha annunciato la disponibilità di uno stanziamento di dieci milioni di euro. Sette per agevolare le società a proseguire l’attività per la prossima stagione e tre destinati alla valorizzazione dei giovani.

Tornando in casa Ceccano, il riconfermato tecnico Mirco Carlini, unitamente al neo copresidente avvocato Gianluca Masi, in questi giorni, sta incontrando i giocatori della “vecchia guardia” per una loro riconferma anche per il prossimo campionato di Promozione.

Intanto hanno messo nero su bianco il portiere Manuel Micheli, il difensore Mattia Casalese, il centrocampista Simone Cipriani, l’esterno Cesare Bignani e l’attaccante Vincenzo Compagnone. Nello stesso tempo ci si sta muovendo per ingaggiare quattro-cinque elementi in grado di completare un organico che possa recitare un ruolo da protagonista.

Le dichiarazioni di Gianluca Masi

“Intanto, per quanto riguarda le decisioni adottate dal Lega Nazionale, non avevamo dubbi circa la permanenza del Ceccano in Promozione. Ora è arrivata l’ufficialità che sicuramente ci darà maggiori stimoli per programmare la nuova stagione. Per quel che concerne la prima squadra ci si sta muovendo in base alle direttive del tecnico. faremo del tutto per mettergli a disposizione un organico all’altezza. Proprio per questo mi sento in dovere di “gasare” tutto l’ambiente, affinché sostenga in modo tangibile il progetto. Senza dimenticare che si sta lavorando molto anche sul settore giovanile che dovrà rappresentare il nostro fiore all’occhiello”.