Danilo Fiorini lascia il Monte: “Anni indimenticabili”

Danilo Fiorini

Ha dovuto salutare per motivi di lavoro ma Danilo Fiorini resterà per sempre legato ai colori giallo-azzurri del Città Monte San Giovanni Campano.  Ha vestito la casacca monticiana dalla stagione 2016-2017, fino allo scorso dicembre quando ha preso la difficile decisione. Si chiude soltanto una parentesi perché in futuro le porte del Città Monte San Giovanni Campano potrebbero riaprirsi. Lo stesso Fiorini ha rilasciato alcune dichiarazioni all’ufficio stampa del club monticiano.

“Ho deciso di salutare la società esclusivamente per motivi di carattere professionale. Dopo aver conseguito la Laurea Specialistica in “Economics and Entrerpreunership”, in lingua inglese, sentivo la necessità di intraprendere nuove sfide, non più calcistiche ma lavorative. Non è stata una scelta facile, ma a ventotto anni bisogna tener conto delle priorità. Devo ammettere che mi è scesa più di qualche lacrimuccia ripensando ai compagni, agli allenatori, ai dirigenti e a tutte le battaglie affrontate con questa maglia, soprattutto per quanto riguarda la stagione 2017-2018, sicuramente una delle più belle della mia piccola “carriera” calcistica”.

A chi si sente di dire grazie e cosa le mancherà maggiormente della società monticiana?

“Ringrazio la società dei presidenti Sandro Sigismondi, Giovanni Mastrantoni e Marco Abballe che mi ha permesso di giocare a Monte San Giovanni Campano in questi anni senza farmi mancare nulla. Ringrazio inoltre ogni singolo dirigente, il magazziniere Fabio, con il quale ho instaurato un bellissimo rapporto. E poi Gianni, una persona fantastica e sempre disponibile e tutti gli allenatori, preparatori e compagni di squadra con cui ho avuto la fortuna di vivere tre anni e mezzo indimenticabili. Ma un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere a tre compagni di squadra che ho avuto la fortuna di conoscere e dai quali ho imparato tanto; mi riferisco ad Ernesto Terra, Giacomo Iozzi e Loreto Macciocca  che porterò per sempre nel cuore”.

Quale sarà la prossima destinazione di Danilo Fiorini?

“In primis sarà il lavoro a 360 gradi anche se un piccolo spazio per il calcio ci sarà sempre. Ho deciso, infatti, di tesserarmi con la Vis Sora, una squadra che si compone di amici ed alla quale spero, lavoro permettendo, di poter dare una grossa mano”.

Cosa si sente di dire al gruppo che ha lasciato?

“Rivolgo un grosso in bocca al lupo al fantastico gruppo che ho lasciato, convinto che ci siano ottime possibilità per fare qualcosa di importante. Si tratta di un gruppo straordinario dentro e fuori dal campo e gli auguro il meglio”.