Gol decisivo in fuorigioco, le proteste dell’Anitrella

fuorigioco

La sconfitta casalinga patita domenica scorsa contro l’Atletico Torrenova non è andata giù all’Anitrella. Lo 0-1 maturato al “Liri” per via della rete siglata da Forcina ha destato tante polemiche in casa ciociara. Come riferito durante la consueta diretta Facebook del lunedì di GHsport24.it il club anitrellese è rimasto perplesso per alcune decisioni della terna arbitrale.

“Il gol vittoria è arrivato con un fuorigioco di un metro – il commento del team manager Martina Raponi. – Purtroppo allo stadio “Liri” è andato in scena un copione già visto nella gara di andata contro l’Atletico Torrenova. La non imparzialità dell’arbitro ha rovinato la partita. Chi sta fuori e fa tanti sacrifici per portare avanti la stagione è costretto a mandare giù il boccone o a scontrarsi con la giustizia sportiva. Ormai non è la prima volta che capitano errori contro l’Anitrella: non sono più episodi isolati ma è un dato di fatto. Noi, comunque, non molleremo perché l’Anitrella vuole arrivare nelle prime tre posizioni del girone D. Era questo l’obiettivo ad inizio stagione e abbiamo una rosa adeguata per questo”.

“Siamo dispiaciuti, avevamo preparato bene la partita durante la settimana – le parole del centrocampista nero-verde Paolo Cancelli. – Nella gara di andata, prima giornata di campionato, avevamo fatto i conti con due rigori inventati. Domenica scorsa, infatti, siamo entrati motivati in campo anche per questo. Poi, però, ti ritrovi un arbitro che non sembra neutrale e vai in difficoltà. Sicuramente c’è anche demerito nostro e vanno fatti i complimenti all’Atletico Torrenova che ha diversi giocatori di categoria”.

“Sicuramente è stata una partita che poteva andare meglio per noi – la chiusura del giovane centrocampista Alex Mastroianni. – Ci siamo scontrati con un gol in sospetto fuorigioco e un rigore, poi parato da Giustini, apparso a tutti abbastanza generoso. C’è tanto dispiacere ma ci rifaremo”.