Atina, il presidente Claudio Parravano: “I ragazzi non mollano mai”

Atina, Claudio Parravano
Fonte: Facebook ASD Atina Calcio 1926

Il calcio all’ombra della Chiesa di Santa Maria Assunta. Atina vive per lo sport più bello del mondo. La locale squadra partecipa, infatti, al girone L della Seconda Categoria. Il “Visocchi” è tornato a ribollire di passione dopo qualche anno di assenza forzata. L’ASD Atina c’è ora più che mai. Atina, il presidente Claudio Parravano, le sue parole brillano di un amore che non è mai stato abbandonato:

“Il calcio ad Atina è tornato dopo alcuni anni. La mia ultima gestione risale al 2013 con l’iscrizione al torneo di Prima Categoria. Due salvezze consecutive e poi il nulla per tre anni. Siamo ripartiti la scorsa stagione dalla Terza Categoria e, in estate, abbiamo chiesto di partecipare al campionato di Seconda. L’affiliazione tra la scuola calcio e l’Udinese ha certamente agevolato il percorso. La rosa è composta solo da giocatori locali. L’obiettivo è di disputare un torneo di vertice perché, secondo noi, la squadra è  competitiva. In tal  senso sottolineo il lavoro del direttore generale Campagna e del direttore sportivo Carlini. Partendo dallo zoccolo duro dello scorso anno, abbiamo inserito pedine esperte importanti per le dinamiche di spogliatoio. Ci tengo a ringraziare tutti i dirigenti, il mister ed i ragazzi che ogni domenica onorano la maglia”.

Veniamo ora alla stretta attualità e alle recenti apparizioni in campo dell’Atina:

“Con l’Amatori Vallemaio è stata una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Siamo stati bravi a raggiungere il pareggio, nonostante il doppio svantaggio iniziale. Al termine c’è stato anche un rigore non concesso che poteva cambiare ancora il risultato. Si sono affrontate davvero due ottime squadre che diranno la loro in questo campionato”.

Ma la testa è già rivolta alla prossima partita. L’ostacolo da superare è rappresentato dall’Atletico Veroli:

“Loro arrivano da una sconfitta a Boville. Incontreremo una compagine calcisticamente arrabbiata. Noi giocheremo sempre a viso aperto, come vuole il mister. Sarà il campo a decidere chi avrà la meglio”.

Fonte: Facebook ASD Atina Calcio 1926

Il presidente Claudio Parravano, infine, offre uno sguardo complessivo sull’avvio di questa stagione:

“Siamo partiti un po’ in sordina, cogliendo però ottimi risultati. Basti pensare ai pareggi contro le big del girone come Giuliano di Roma, Bovillense e Atletico Supino. In tutte queste gare abbiamo anche avuto le occasioni per portare a casa la vittoria. I ragazzi stanno dimostrando grande carattere fino alla fine di ogni match. Mentalmente il gruppo sta bene e non molla mai”.

Atina vive per lo sport più bello del mondo. La locale squadra partecipa al campionato di Seconda Categoria, con la seria intenzione di stupire nel girone L.