Anagni retrocesso, Diego Tomassi promette battaglia: “Faremo ricorso”

Le dichiarazioni
Elefante e Tomassi

Il Consiglio Federale ha accolto le proposte della Lega Nazionale Dilettanti. Confermate quindi le promozioni delle prime dei nove gironi del campionato di Serie D così come le quattro retrocessioni di ciascun raggruppamento in Eccellenza, il tutto tenendo conto delle classifiche cristallizzate al momento dello stop alle competizioni.

Per quanto riguarda l’attività giovanile e regionale, la FIGC ha dato delega alla Lega Nazionale Dilettanti a determinare le modalità di conclusione della stagione 2019-2020.

Le parole di Cosimo Sibilia

“Nessuna sorpresa dalle decisioni del Consiglio Federale. Ha prevalso la coerenza, la stessa che ha animato le scelte della LND sin dall’inizio dell’emergenza. Era importante dare prova di compattezza, gettando così le basi per una ripartenza sicura e decisa. Tutte le nostre proposte sono state accolte perché lineari e trasparenti. Ora ci aspetta un ultimo passaggio in Consiglio Direttivo per completare il quadro con le attività dei Comitati Regionali. Poi sarà tempo di pensare finalmente alla nuova stagione”.

Una situazione che penalizza formazioni come il Città di Anagni, quartultimo al momento dello stop e, quindi, in piena lotta salvezza o quantomeno in un posizionamento utile per giocarsi la Serie D tramite play-out. Le dichiarazioni del direttore sportivo biancorosso indicano che la battaglia per la salvezza non è ancora terminata. Anzi, è appena iniziata fuori dal rettangolo verde.

Le dichiarazioni di Diego Tomassi

“Credo che sia stata persa un’occasione per salvaguardare il calcio dilettantistico. E soprattutto società come il Città di Anagni che, a otto giornate dal termine del campionato, erano ancora in corsa per la salvezza diretta. Fare Ricorso? Si, assolutamente. Da quartultima in classifica avremmo dovuto disputare i play-out, cosa che purtroppo ci viene impedita”.