Cassino fermato dall’Arzachena

Cassino si ferma a Sassari

La squadra di Urbano si sveglia nella ripresa

Cassino fermato sul pari dall’Arzachena. L’undici di Urbano deve accontentarsi di un pareggio contro i sardi. Al gol di Islamaj replica Abreu ma i biancazzurri si afflosciano dopo il rigore sbagliato da Prisco in apertura, non trovando il bandolo della matassa se non nella ripresa quando cambiano marcia: di lì in poi sono state diverse le occasioni non capitalizzate dai benedettini che, comunque, rimangono nelle zone nobili della graduatoria.

L’inizio del match è a tinte cassinati con Tribelli che al 3’ tenta dai venti metri la gran conclusione sulla quale Ruzzittu è attento. Al 5’ arriva immediatamente la possibile svolta del match: il braccio di Sirigu è troppo largo a giudizio del signor Angelillo, il quale indica il dischetto. Lo specialista Prisco, al quinto tentativo stagionale, stavolta si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite che para con sicurezza.

Il rigore fallito da Prisco

Al 13’ si fa vedere la squadra sarda con Islamaj ma senza fortuna. Un esito decisamente diverso arriva al minuto 18, quando lo stesso attaccante ospite risolve un mischione in maniera vincente con una fucilata dal limite che colpisce la traversa e varca la soglia di porta portando in avanti gli ospiti.

Cassino fermato dall’Arzachena, il secondo tempo

Nell’intervallo Urbano ridisegna una squadra spenta inserendo Abreu e Trani, guadagnando esperienza tra i giocatori di movimento. L’ingresso del portoghese dà frutti nell’immediato perché dopo appena 35 secondi si getta su una palla lunga, vince un contrasto e supera in uscita il portiere sardo che stavolta nulla può: è 1-1. L’inerzia della partita cambia radicalmente e sulle ali dell’entusiasmo il Cassino ci prova con Prisco che cerca di girarsi dal limite ma senza graffiare, al 5’. Al 6’ Darboe alza troppo la mira dopo essersi catapultato su un cross di Abreu.

Al 32’ ci prova ancora lo scatenato Tribelli ma il suo diagonale dalla destra accarezza solo il palo lungo. Al 38’ l’Arzachena divora un gol fatto: Ponzat mette al centro un pallone comodo che Islamaj deve solo appoggiare in rete ma l’attaccante isolano tocca male da un metro. L’ultima azione è per gli ospiti con il solito Islamaj che di testa incorna su angolo di Oliveira ma Trani chiude la porta e certifica l’1-1. Cassino fermato sul pari dall’Arzachena ma la strada è quella giusta.

Il tabellino

Cassino: Della Pietra (1’ st Trani), Carcione, Mazzei, Centra, Salera (1’ st Abreu), Orlando, Tomassi (40’ st Di Sotto), Ricamato, Darboe, Prisco, Tribelli. A disposizione: Montanaro, Cocorocchio, Negro, Palombi, Miele, Drini. Allenatore: Urbano

Arzachena: Ruzzittu, Gentile T. (47’ st Menon), Marinari, Saniton, Sirigu, Peana (26’ st Gentile P.), Mannoni (21’ st Oliveira), Steri, Lolli (14’ st Pretonelli), Pozzebon (34’ st Ponsat), Islamaj. A disposizione: Cotardo, Patta, Carboni, Menichelli. Allenatore: Giorico

Arbitro: Angelillo di Nola
Assistenti: Scribani di Agrigento e Bonaccorso di Catania

Marcatori: 18’ pt Islamai (A), 1’ st Abreu (C).

Ammoniti: Gentile (A), Carcione (C), Mannoni (A), Petronelli (A).

Note: al 5’ Ruzzittu para un rigore a Prisco (C). Recupero: 2’ pt, 4’ st.