Moris Manolo Ripa: “Tordoni squadra consapevole che si diverte”

Il calcio è divertimento

Il calcio è divertimento. Un pallone che rotola e poi, forse, c’è il resto. La mentalità di Moris Manolo Ripa è chiara e limpida. Arcigno e tignoso da calciatore (con le maglie di Lazio, Acireale, Sora, Frosinone, Vis Pesaro, Terracina, Ceccano e Santopadre), oggi siede sulla panchina del Tordoni 2019, nascente realtà, che milita nel campionato di Terza Categoria, girone B. La truppa nero verde staziona al secondo posto a quota 9 punti, alle spalle della capolista Belmonte Castello. Nell’ultimo turno la formazione pontecorvese ha piegato la resistenza di un coriaceo Campoli Appennino. Ecco l’analisi del tecnico ciociaro:

“Contro il Campoli è stata una partita dura e maschia. Loro hanno puntato sull’agonismo e sulla grinta. Nel primo tempo noi abbiamo sfiorato spesso la rete colpendo ben tre legni. Nella ripresa siamo scesi in campo un po’ titubanti. Loro hanno preso coraggio, e alla prima occasione, sono passati in vantaggio. Dopo il gol siamo stati bravi a crederci e non disunirci, continuando a giocare palla a terra. Abbiamo ribaltato meritatamente il risultato. Potevano chiudere la partita con altre reti ma non siamo stati abbastanza cinici. Complessivamente sono soddisfatto per la vittoria che ci dà morale per affrontare il prossimo impegno”.

All’orizzonte c’è la sfida contro il Picinisco, avversario ostico all’esordio in un campionato federale:

“Sarà un’altra gara difficile, assolutamente da non sottovalutare. La classifica attuale non deve trarre in inganno perché loro, ancora fermi a tre punti, sono una squadra che aspira ad obiettivi importanti. Noi siamo consapevoli della nostra forza e del nostro obiettivo primario, cioè quello innanzitutto di divertirci. Per ora guardiamo partita per partita, senza programmi particolari. Poi tireremo le somme e valuteremo come procedere. La società è giovane e virtuosa, non ci fa mancare mai nulla”.

Il calcio è divertimento. E il Tordoni 2019 ha voglia di sorprendere tutti.