Girone B: Belmonte Castello inarrestabile, Picinisco e Tordoni inseguono

Sembra essere un discorso a tre

Sembra essere un discorso a tre nel girone B di Terza Categoria. Al momento, infatti, comanda la classifica il Belmonte Castello con un vantaggio di cinque lunghezze sulle seconde, ovvero Picinisco e Tordoni, con i biancorossi in debito di una partita da recuperare.

Nell’ultimo turno la capolista non ha concesso sconti al Campoli Appennino. Il primo tempo è equilibrato con il Belmonte avanti 2-1 per via delle reti siglate da Sacco su rigore, Cirelli e Iaquaniello. Nella ripresa c’è solo la capolista che dilaga con D’Agostino e la doppietta di Tomasso.

Ha faticato più del previsto, invece, il Picinisco. La squadra di De Carolis era impegnata a Sant’Elia Fiumerapido sul campo dello Sporting Olivella. E’ stato il gol di Mazzenga a sbloccare il risultato a metà della prima frazione mentre nella ripresa è stato un lampo di Pasini a chiudere la contesa.

Sembra essere un discorso a tre anche per la vittoria sudata, e non poteva essere diversamente nel derby, del Tordoni. Al “Cappuccini” di Pontecorvo, di fronte ad una straordinaria cornice di pubblico, la Longobarda si è arresa di misura. Match in discesa per l’undici di Ripa: la doppietta di Roscia inframezzata dal gol di Severiano incanala la sfida sul 3-0. Ma la Longobarda, con una reazione d’orgoglio, accorcia le distanze con la doppietta di Sidonidi utile, però, solo a rendere meno amara la sconfitta.

Torna al successo il Casalattico

Torna a vincere il Casalattico che batte in casa la Polisportiva Santeliana. Tutti i gol arrivano nella ripresa: doppietta di Baba e rete di Orofiamma prima che la squadra ospite segni il gol della bandiera firmato da Rizzo allo scadere.

Seconda vittoria stagionale, invece, per il Castrocielo che supera il Coreno Royal al termine di una gara spumeggiante fino al 5-2 conclusivo.  Per i padroni di casa in rete Capuano, Di Adamo e Quaranta, quest’ultimo autore di una tripletta. Le reti del Coreno, invece, portano la firma di Viccarone e Di Bello.

GUARDA LA CLASSIFICA