Modena è troppo forte, Sora non può nulla

Al PalaCoccia stellare Leo Shoes Modena

Al PalaCoccia di Veroli la stellare Leo Shoes Modena si impone col risultato di 0-3 sui padroni di casa della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. D’altronde era un verdetto prevedibile. Meno lo era quel terzo set in cui i locali hanno messo abbastanza pressione agli ospiti, esprimendo un gioco più lucido e consapevole.

La cronaca

Apre i giochi il punto dei modenesi, subito controbatte Joao Rafael in pipe. Anderson, aiutato dalla rete, replica il capitano sorano. Al vantaggio gialloblù risponde Grozdanov in diagonale: in questa prima frazione di set vige un equilibrio teso con un punto per parte. Gli avversari, però, non aspettano troppo per sfoderare la loro marcia in più.
La Globo cerca di reggere i ritmi ma è evidente il divario tra le due formazioni e sul 7-11 il coach di casa chiama il time out.

Sul 10-18, ancora time out per i locali. Al rientro in campo Miskevich si fa murare, ma Joao Rafael ci mette una pezza nell’azione successiva e riporta la sfera nel proprio quadrato. L’ace di Anderson implementa il gap sul 12-22. Van Tilburg prende il posto di uno spento Miskevich ma la spara fuori: 12-24. Grozdanov ruba il primo set point ai dirimpettai, ma ci pensa Mazorra a chiudere la pratica sul 13-25.

Parte a tutta il Modena nel secondo parziale e subito passa in vantaggio con due contrattacchi su due ricezioni sbagliate, Sora va sotto sull’1-5. Lo strapotere di un big team come Modena non lascia troppi spazi ad un Sora non intimorito, ma che prova a giocarsela. La bomba di Anderson marca l’8-14, poi lo zar Zaytsev mura Grozdanov, la Leo Shoes è inarrestabile.  Alla lista dei marcatori emiliani si unisce anche Pinali, Van Tilburg risponde per le rime. Il primo muro sorano lo firma Van Tilburg ai danni di Anderson, l’americano si riscatta subito dopo. Pinali gioca sulle mani e gudagna il setball: 17-24. Ancora Van Tilburg in block ai danni di Pinali, Kaliberda però mette fine al game sul 19-25.

La Globo vuole vendere cara la pelle e al terzo set entra determinata in campo. Joao Rafael tiene il punteggio in parità, prodigandosi per non cedere il passo alla corazzata nemica. Van Tilburg è l’autore del primo vantaggio volsco della gara: 4-3. La compagine lirense, stavolta, tiene bene il ritmo. Ma il doppio passo lo fa Modena, Sora non si lascia intimorire e accorcia con Joao Rafael. Anderson a trazione anteriore va a segno da fondo campo, adesso Modena sale a +3.

Nonostante l’impegno profuso in questo parziale la Globo non riesce ad arrivare al quarto set. Il servizio out di Joao Rafael lascia il set ball agli emiliani: la pipe di Kalibera mette la dicitura “the end” sul match: 20-25 e 0-3.

Al PalaCoccia di Veroli stellare Leo Shoes Modena, Sora non può nulla.

Il tabellino

Globo Sora – Leo Shoes Modena 0-3

Globo BPF Sora: Caneschi 5, Fey, Joao Rafael 14, Miskevich , Grozdanov 8, Di Martino 5, Radke , Sorgente (L), Mauti (L), Van Tilburg 5, Alfieri, Scopelliti ne, Battaglia ne; Allenatore: Maurizio Colucci

Leo Shoes Modena: Anderson 14, Mazorra 1, Zaytsev 10, Christenson 2, Bossi 8, Mazzone 11, Kaliberda 11, Rossini (L), Pinali 1, Salsi, Sanguinetti ne, Bednorz ne; Allenatore: Andrea Giani

Arbitri: Giorgia Spinnicchia, Daniele Rapisarda
Parziali: 13-25; 19-25; 20-25
Durata set: 22′, 25′, 25′

GUARDA LA CLASSIFICA