Sora batte un colpo: arriva il primo successo stagionale

L'appuntamento è con la Tunisia.
Fonte: ufficio stampa Argos Volley Sora

Vibo Valentia 0 – Sora 3

Arriva la prima vittoria stagionale per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. La squadra di Colucci espugna, in un vero e proprio scontro diretto per la salvezza, il PalaCalfiore di Reggio Calabria. L’Argos si impone con un netto 3-0 sui padroni di casa della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.

La cronaca

Argos Sora in bella evidenza sin dal primo set, chiuso con zero errori in battuta. I bianconeri ritrovano un grande Miskevich che alla fine sarà MVP del match con 18 punti  realizzati.  Il primo parziale non ha storia: il quintetto di Colucci domina in lungo e in largo fino al 14-25.

La partita diventa più equilibrata nel secondo set, complice la reazione dei calabresi. L’Argos, infatti, vola fino al 6-11 ma poi arriva il contrattacco vibonese. La rincorsa dei locali la innesca un muro di Chinenyeze, De Falco e Hirsh fanno il resto fino al 12-13. Si prosegue punto a punto, con il gioco che diventa più equilibrato. Il break decisivo Joao e compagni se lo regalano proprio nel momento decisivo, sul 21-21 con il granitico block di Di Martino ai danni Hirsh che accompagna la contesa al set ball. Vibo annulla la prima possibilità ma il capitano in pipe mette la ciliegina sulla torta preparata da tutta la squadra che festeggia il primo punto in classifica con il 22-25 che chiude il secondo set.

Nel terzo set prova a dare la scossa la Tonno Callipo. Per la prima volta in vantaggio (6-4) la formazione di Cichello diventa fallosa e i sovrani ne approfittano fino al 6-9. Vitelli sostituisce Mengozzi ma la Globo tiene stretta le sue tre lunghezze di vantaggio con uno splendido gioco di squadra che accompagna tutto il set fino al 22-24. Vibo non molla e porta la contesa ai vantaggi finché Chinenyeze commette un fallo sotto rete e a Redke non resta altro che mettere a segno l’ace della vittoria del set 25-27.

Arriva la prima vittoria dell’Argos, non può che essere soddisfatto coach Maurizio Colucci:

“Oltre a ricevere bene, a difendere, a toccare a muro, abbiamo avuto una maggiore efficienza in attacco, questa è la grande differenza rispetto alle altre gare. In grande miglioramento anche la qualità della battuta ma i complimenti li farò ai ragazzi soprattutto perché sono stati bravi a rispettare gli obiettivi che ci siamo dati”.

Di Martino fa eco al suo mister e ci aggiunge un po’ di giusta euforia:

“Uno 0-3 che serve al singolo giocatore, alla squadra, e alla società, ma soprattutto serve per dire a tutti che, anche se il livello della SuperLega si alzato di parecchio, Sora c’è! Siamo felici di questa vittoria perché veniamo da un periodo brutto, soprattutto dalla sconfitta contro Padova”.

Il tabellino

Vibo Valentia: Baranowicz , Hirsch 5, Ngapeth 2, Defalco 11, Mengozzi 1, Chinenyeze 7, Rizzo (L), Marsili, Drame Neto 7, Carle 10, Vitelli 2, Pierotti n.e., Sardanelli (L) n.e.. I All. Juan Manuel Cichello; II All. Giancarlo D’Amico.

Sora: Radke 4, Miskevich 18, Caneschi 5, Di Martino 5, Joao Rafael 16, Grozdanov, Sorgente (L), Mauti (L) n.e., Alfieri, Van Tilburg n.e., Scopelliti n.e., Fey 4, Battaglia n.e.. I All. Colucci; II All. Roscini; III All. Conte.

Arbitri: Cappello,  Tanasi, Manzoni.

Parziali: 14-25 (21′); 22-25 (30′); 25-27 (32′).