Ore 18: Sora cerca l’impresa contro l’Itas Trentino

Impegno a dir poco complicato
Fonte: ufficio stampa Argos Sora

Impegno a dir poco complicato per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Oggi al Pala Coccia di Veroli infatti, alle ore 18, arriva il l’Itas Trentino di coach Lorenzetti, l’altro best in class della SuperLega, il quarto della classe a quota 21 punti guadagnati in 7 gare vinte e 3 perse di cui 1 al tie break.

L’ultima giornata del girone d’andata, la tredicesima, in realtà è in programma la prossima domenica 22 dicembre, ma Sora quel match lo ha già anticipato lo scorso 23 ottobre per permettere alla Cucine Lube Civitanova di esordire in Champions. Per questo oggi la Globo chiuderà con l’Itas la prima parte del suo campionato.

A metà del percorso, la lotta per la salvezza è ancora tutta da mettere in opera e soprattutto in campo. Attualmente Sora ha conquistato una vittoria piena in trasferta a Vibo Valentia e un punto tra le mura amiche verolane contro Piacenza. Questo non è bastato per uscire dalla zona rossa che occupa assieme alla Tonno Callipo, che però ha 3 lunghezze di vantaggio, come anche Latina.

Testa a Trento dunque, e poi un grande punto sulla metà della stagione regolare che ormai è andata, e di nuovo sotto per dare un indirizzo diverso e nuovo al girone di ritorno che partirà il giorno di Santo Stefano proprio al Pala Coccia contro Verona.

Le dichiarazioni di Ottavio Conte 

“L’avversario non sembra quello ideale per riscattare la sconfitta patita a Busto Arsizio per mano di Monza, vista la caratura tecnica dell’Itas. Nelle passate settimane avevamo auspicato un miglioramento nella fase break e in particolare nel fondamentale della battuta. Questo miglioramento è arrivato ma per incrementare le percentuali abbiamo bisogno di un piccolo passo in avanti nella finalizzazione. Certo con Trento non sarà un compito semplice, ma cercheremo di sviluppare il nostro gioco senza timori reverenziali”

A Veroli dunque, Trento arriverà con tanta voglia e determinazione, sia per riscattarsi dell’inciampo del turno precedente, ma soprattutto per fare punti utili a risalire la vetta della classifica. Impegno a dir poco complicato per Sora.