Illusione Sora, al Pala Coccia vince l’Allianz Milano

Giornata speciale per la SuperLega
L'Argos Sora si illude

L’Argos Sora si illude ma non riesce a strappare punti all’Allianz Milano. La Globo vince il primo set ai vantaggi ma la reazione avversaria non tarda ad arrivare. L’arma determinante è Abdel Aziz, MVP del match con 28 punti realizzati.

Argos Sora si illude: la cronaca

In avvio di gara è Milano a muovere il primo passo in avanti con Kozamernik a muro e poi all’ace per il 2-5, ma il secondo è di Sora che rimette in parità con Miskevich. Il game continua a proporsi con lo stesso andamento fino al 13-13 quando la Globo inverte il trend. L’ace di Di Martino innesca la miccia per i suoi, il compagno di reparto, Caneschi, alimenta la fiamma, e Miskevich ci mette il braccio armato per il 19-17. Con un break point Kozamernik e compagni ristabiliscono l’equilibrio del 20-20 con il finale di set che sale di livello con il punto a punto che accompagna i sestetti ai vantaggi. E la prima a scappare avanti è di nuovo Sora che con Caneschi e capitan Rafael  conquista il primo set 26-24.

L’equilibrio continua anche nella seconda frazione dove, però, Sora paga qualche errore di troppo. Così, dopo il 3-3, Milano sale sul +4 del 5-9. Piede sull’acceleratore per l’Allianz per l’allungo del 10-14 e il +6 del 12-18. Ancora indicazioni tecniche per la panchina locale ma i bianconeri non riescono ad andare oltre il cambio palla con il secondo set che scivola via 18-25.

Si apre bene a muro il terzo game per la Globo con Fey a chiudere il varco ad Abdel-Aziz e Di Martino a Clevenot per il 6-4. Con Sbertoli dai nove metri Milano si riporta in parità con l’equilibrio tenuto fino al 12-12, ma la spinta meneghina continua per il +5 del 13-18 e ancora per il 14-21. Il destino del set sembra già scritto, Sora prova a tenere la testa in campo ma è difficile contenere la furia di Abdel-Aziz e l’esperienza di Petric che lo chiude 17-25.

L'Argos Sora si illude
Fonte: ufficio stampa Argos Volley Sora

Milano continua dritta per la sua strada con Sora che prova a metterle i bastoni tra le ruote con Joao Rafael al no look e Di Martino e Caneschi a muro per il 5-4 e l’8-8. Come nel secondo e terzo set, è nella parte centrale che i ragazzi di Piazza imprimono la loro impronta con il parziale positivo che segna il solco del +4 che con il proseguire dei giochi arriva fino al +8 del 16-24. Si chiude qui il match, con l’1-3 sancito dal 18-25. L’Argos Sora si illude ma non riesce a strappare punti all’Allianz Milano. 

Le dichiarazioni di Colucci

“Peccato per come è andata la partita. Nei primi due set Milano ha giocato sotto tono. Nel primo ne abbiamo approfittato, nel secondo potevamo fare meglio e invece abbiamo subìto troppi attacchi. Abbiamo fatto abbastanza bene in battuta e in ricezione, negli altri fondamentali siamo andati al di sotto del nostro livello. Peccato perché potevamo ottenere di più. Spesso purtroppo, ci adeguiamo troppo all’avversario e questo non va bene. Siamo scesi in campo con troppa poca aggressività”.

 Il tabellino

Globo Sora: Radke 2, Miskevich 17, Caneschi 10, Di Martino 6, Joao Rafael 11, Fey 6, Sorgente (L), Alfieri n.e., Van Tilburg n.e., Scopelliti, Grozdanov 2, Battaglia n.e., Mauti (L) n.e.. I All. Colucci; II All. Roscini; III All. Conte. B/V 3; B/P 14; muri: 6.

Allianz Milano: Sbertoli 4, Abdel-Aziz 28, Petric 15, Gironi 5, Kozamernik 9, Clevenot 13, Pesaresi (L), Izzo, Weber n.e., Basic, Alletti , Hoffer n.e.. I All.Roberto Piazza; II All. Marco Camperi. B/V 4; B/P 17; muri: 11.

Parziali: 26-24 (29′); 18-25 (23′); 17-25 (24′); 18-25 (25′).

Fonte: ufficio stampa Argos Volley Sora