Sora vuole invertire il trend: oggi c’è Ravenna

Terza giornata di SuperLega
Fonte: Facebook Argos Volley Sora

Esordio casalingo per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Il PalaCoccia di Veroli  apre le porte in questa quarta annata di SuperLega, ospite sarà la Consar Ravenna. Alle 18  il consueto fischio d’inizio.

Sora è reduce da due sconfitte, entrambe per 3-0: la prima maturata in casa della Calzedonia Verona, la seconda in quella della Cucine Lube Civitanova Marche. Non ha accumulato punti nemmeno la Consar, che ha esordito al cospetto dell’Itas Trentino. Si fronteggeranno, dunque, due formazioni non solo dal simile approccio a questo nuovo campionato, ma altrettanto simili anche per valori tecnici, scelte ed obiettivi. Sugli aspetti principali della gara il commento è del libero Alessandro Sorgente.

“Ravenna é una squadra simile alla nostra: giovane, con qualche elemento di esperienza e altri atleti alla loro prima stagione in SuperLega. Noi siamo in crescita, alla ricerca di un gioco sempre più fluido che pian piano sta venendo fuori come si è visto nel secondo e terzo set della gara contro la Lube. Sarà una partita equilibrata e alla nostra portata con l’imperativo di fare punti”.

Sono ben undici i precedenti tra le due squadre, distribuiti tra Serie A2, Coppa Italia e massima categoria.  Dieci sono quelli intascati dai ravennati, uno solo per i volsci, risalente proprio alla scorsa stagione quando, nella trasferta valevole per la nona giornata del girone di ritorno, superò Ravenna con il verdetto di 1-3. Rispetto all’anno scorso la Consar ha mutato pelle, grazie soprattutto alla filosofia del coach e diesse Bonitta. Tre i confermati, il palleggiatore e capitano Saitta, il libero Marchini e il martello Lavia. Tanti, di conseguenza, i volti nuovi, come quello del centrale Bortolozzo, dell’olandese Ter Horst, del libero Kovacic.

Esordio casalingo per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: contro Ravenna dirigeranno la partita gli arbitri Pozzato e Canessa. Terzo arbitro: Mannarino; Addetto al Video Check: Gasparrini; Segnapunti: Azzolina.