Sora cerca l’impresa a Modena

La trasferta di Piacenza
Fonte: Facebook Argos Volley Sora

Terza giornata di SuperLega – quarta in realtà per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che ha giocato anche l’anticipo della 13esima contro la Lube – e i bianconeri di coach Colucci vanno a far visita alla Leo Shoes Modena. Fischio d’inizio programmato al PalaPanini per le ore 20.30.

Una sfida che ha un po’ il sapore di un “Davide contro Golia”. I lirensi ancora una volta saranno alle prese con un match ad alto coefficiente di difficoltà. Il calendario di inizio stagione non è stato certo clemente con Miskevich e compagni e questo infrasettimanale non aiuta di certo. Sarà un’altra occasione per oliare gli ingranaggi in vista della Kioene Padova, che verrà in terra ciociara la prossima domenica. 

Il coach in seconda Roscini presenta la sfida

“Modena ha aumentato ancor di più il suo potenziale, con un roster attrezzatissimo per arrivare in fondo a tutte le manifestazioni. Da avversario quindi ci metterà in difficoltà, ma dobbiamo guardare a quello che facciamo nella nostra metà campo perché queste non sono le gare dalle quali pensare di ricavarne tanto in fatto di classifica. Poi magari dovesse capitare l’occasione ben venga, ma dobbiamo cercare di giocare come abbiamo fatto a Civitanova per crescere e prepararci in funzione di quegli avversari contro cui, invece, dobbiamo vincere o almeno portar punti a casa. Noi stiamo continuando a lavorare per migliorare ogni giorno le varie situazioni di gioco. Per tanti motivi, come ad esempio l’infortunio di Joao Rafael, siamo un po’ indietro. Questo ha sicuramente influito sull’amalgama ma non deve essere una giustificazione, solamente constatazioni di una situazione che stiamo cercando di recuperare”.

I sette precedenti sono tutti a favore dei modenesi sebbene lo scorso anno, al primo turno del girone di ritorno, i lirensi siano riusciti a strappare un punto al “big team”. Terza giornata di SuperLega, dirigeranno l’incontro di stasera gli arbitri Bruno Frapiccini e Fabio Bassan.