Rimpianto Ferentino. Sconfitta al tie-break contro la capolista

grande rimpianto

Poteva essere una giornata da aggiungere al libro dei ricordi per il Volley Ferentino e, invece, sarà ricordata come un grande rimpianto. Nella seconda giornata del girone di ritorno, infatti, gli amaranto sono caduti contro la capolista Casalbertone. Un vero e proprio big match che la squadra romana ha portato a casa dopo più di due ore di battaglia. La capolista è passata al tie break dopo che i ciociari avevano vanificato ben tre palle match nel quarto set. Questo il grande rimpianto amaranto.

La cronaca

Parte a razzo il Ferentino con il solito sestetto, fatta eccezione per Gatto al posto dell’assente De Santis. Il primo set è una formalità con gli amaranto a chiudere sul 25-18.

Secondo parziale con la pronta reazione dei romani. Chioffi e Mercanti non ci stanno e dall’alto della loro fisicità rispondono colpo su colpo: il set è in equilibrio fino al 14-14, poi Casalbertone azzecca le scelte e dilaga nel finale portando il match in parità.

La partita è bellissima, lo spettacolo offerto al pubblico presente è degno di una categoria superiore. Set in equilibrio con Miano che, quando chiamato in causa, svolge egregiamente il suo lavoro in seconda linea a fianco di Schiavi. Mastroianni disegna gioco con i suoi centrali e con i soliti Cerasoli e Corsetti che trovano spesso  soluzioni vincenti. Sul 15-15 la mossa a sorpresa della coppia Gatto-Corsetti. Va in campo per il suo esordio stagionale proprio il mister Michele Gatto che spacca il set con un ottimo turno in battuta condito da un ace e da una difesa strepitosa. Il set è in cassaforte.

Non ci sta il Casalbertone a lasciare tre punti in Ciociaria. Nel quarto set Chioffi e Rinaldi sono di nuovo in palla, il Ferentino non molla anche se la stanchezza dei suoi uomini chiave inizia a farsi sentire. A ribaltare ancora le sorti del set è di nuovo mister Gatto che piazza un altro ace e manda in tilt la ricezione ospite. Si gioca punto a punto, Ferentino è maestoso fino al 23-20. Sul 24-22 primi match point per Ferentino ma l’esperto centrale Mussino, prima in attacco poi a muro annulla. Corsetti di nuovo per il 25/24 ma Cacciatore non chiude e Frangella mura il capitano da zona 2 per il 27/25 che rimanda tutto al tie break.

Set corto in cui Casalbertone scappa subito sul 3-6 con i gigliati ancora a pensare alla grande occasione sprecata. Sussulto d’orgoglio ferentinate per il 6-6 ma è l’ultima parità: Casalbertone è più solida e chiude la contesa sul 15-11.

Un punto che fa morale per Ferentino con una prestazione che è un’iniezione di fiducia ulteriore per questo mese di febbraio che sarà decisivo. Domani, infatti, è in programma la seconda giornata della Coppa Lazio che vedrà gli amaranto ospiti della temibile Roma 12.  Sabato, invece, trasferta a Roma sul parquet del Green Volley. Da sottolineare, infine, la prima convocazione in Serie C del giovane centrale Cristian Bianco.

Le dichiarazioni di Datti

“Partita dominata ma, purtroppo, la chiave per farci innervosire la hanno trovata due arbitri “ciociari” non all’altezza di dirigere un match così importante. Casalbertone ci temeva, erano venuti a vederci anche sabato scorso a Roma e quello che prevedevano si è verificato. Non ci piangeremo mai addosso: oggi siamo una vera squadra che può giocarsela alla pari con tutti senza timore.  Voglio ringraziare Radio Ferentino  e i nostri giovani telecronisti per le dirette Facebook  apprezzatissime e seguitissime, ma qualche visualizzazione in meno e qualche presenza in più all’ITIS  non sarebbe male.  L’accoppiata Radio Ferentino – Volley Ferentino funziona alla grande, ed essere stati i pionieri di questo nuovo modo di pubblicizzare la pallavolo di serie C ci inorgoglisce”.

Il tabellino

BCC Roma Fox Volley Ferentino: Corsetti, Cerasoli, Mastroianni, Schiavi L1, Datti, Corgnale, Cacciatore 5, Gatto 2, Cacchi L2, Miano, Gatto M. Liberati, Bianco. All. Gatto Michele Dirigente Paris Schina – Segnapunti Christian Schina

Volley Casalbertone: Chioffi, Rinaldi, Costantini, Tanov, Mercanti, Frangella, Pani L1, Cornelio L2, Mussino, Nassi, Gambassi, Colasante, Capanna. All. Racanella F.

GUARDA LA CLASSIFICA