Sora, oggi e domani il “Memorial Nonno Gino”

Fonte: Facebook Argos Volley Sora

L’ultimo “antipasto” di stagione è servito. Oggi prende il via l’ormai tradizionale  “Memorial Nonno Gino” organizzato dall’Argos Sora. Il quadrangolare, che si sviluppa in due giorni – oggi e domani – vedrà come protagonisti, oltre la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, le pari categoria di SuperLega Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Top Volley Latina e un’unica squadra di Serie A2, l’Emma Villas Aubay Siena.

Questa undicesima edizione si prospetta già entusiasmante e la curiosità aumenta di ora in ora, fino a quando il fischio d’inizio sancirà l’apertura dei giochi. Questo il programma partite: alle ore 17.30 scenderanno in campo Vibo Valentia e Latina, mentre alle 19,30 sarà la volta di Sora e Siena. Domani si partirà, invece, alle ore 16. Le perdenti della prima giornata si sfideranno subito, per la cosiddetta “finalina” da terzo e quarto posto, mentre le vincenti seguiranno per la partita che varrà il trofeo. Teatro privilegiato della competizione sarà, come fu per lo scorso anno, il PalaCoccia di Veroli, dove i bianconeri vivranno ancora la loro stagione agonistica. L’anno scorso, l’impianto ciociaro portò fortuna ai giallorossi del presidente Pippo Callipo e stavolta gli uomini di coach Colucci proveranno a sfatare il precedente e a mantenere in casa l’onore del torneo.

Sora, via al “Nonno Gino”: in campo Gabriele Di Martino?

Intanto pare essersi risolta per il meglio anche un’altra situazione che stava molto a cuore ai lirensi, il tesseramento del centrale Gabriele Di Martino. Secondo le ultime indiscrezioni, sembrerebbe che l’odissea del giovane atleta sia arrivata a conclusione. Una storia fatta di prestiti e soldi. Nella sessione estiva di volley mercato, Di Martino non era potuto rientrare nel club in cui aveva militato la passata stagione, appunto la Globo, ma nelle ultime ore si è fatta strada la voce che la federazione gli abbia finalmente dato la possibilità di giocare con i bianconeri. Tanti suoi tifosi lo aspettano sul parquet, sperando di vederlo già da stasera.